Magazine aziendale: perché, come crearlo e quali sono i vantaggi

Il brand journalism e il magazine aziendale rappresentano il “nuovo” modo di promuovere la propria azienda.

Stiamo parlando della creazione di quella che una volta si sarebbe chiavata rivista aziendale.

Soltanto che, anziché informare la gente, l’obiettivo è quello di far passare messaggi chiari e “attraenti” per valorizzare la propria impresa.

Raccontando, per esempio, il proprio brand.

La propria storia.

I propri valori.

Il tutto, seguendo un ben definito piano editoriale.

Sei pronto a saperne di più?

Perché creare un magazine aziendale?

magazine aziendale

A questa domanda, esistono più risposte.

Partiamo con la prima.

Già anticipata, in parte, nelle righe sopra.

Innanzitutto, creare un magazine aziendale è ottimo per valorizzare il proprio marchio.

Raccontandolo come se fosse una storia a cui, col passare del tempo, si aggiungono nuovi particolari ed elementi.

Creare una rivista aziendale è, poi, un modo per mantenere i clienti e, allo stesso tempo, attrarne di nuovi.

D’altronde, si sa, è sempre utile dare una prima buona impressione.

Inoltre, la creazione di un magazine aziendale è utile per accrescere la serietà e l’autorevolezza della propria impresa.

Rafforzando, dunque, la cosiddetta “brand awareness“.

Come creare un magazine aziendale

Lo scopo di una rivista aziendale è quello di descrivere tutto quello che esiste ed accade attorno al proprio marchio.

Il fatto di rivolgersi a un numero indefinito di persone può rappresentare un vantaggio se si seguono alcuni passaggi fondamentali nel processo di creazione.

Per prima cosa, il magazine (come qualsiasi periodico) è preferibile dividerlo in sezioni.

Secondo ma non banale aspetto, i contenuti devono essere interessanti, coinvolgenti e stimolanti per chi li legge.

Non meno importante è il ruolo della grafica che consigliamo di farla il più attraente e seducente possibile.

Prendendo magari spunto dallo stile patinato delle riviste

Passando, poi, a quelli che sono gli aspetti “tecnici” vi diciamo di prestare particolare attenzione nella scelta della tipologia della carta.

Utilizzate quella che più si addice alle vostre pubblicazioni e ai vostri contenuti. Ma anche quella che più li risalta.

Per quanto riguarda la rilegatura, quella più utilizzata per una rivista è sicuramente quella a punto metallico.

A tutto ciò, si aggiunga qualche nobilitazione anche nella copertina.

Quali sono i vantaggi?

Quando si parla di vantaggi, nel creare un magazine aziendale, sono gli stessi di cui gode la stampa nel senso più esteso della parola.

Il primo che ci viene subito in mente è che rappresenta il mezzo più adatto per far comprendere meglio i propri contenuti ai lettori.

In secondo luogo, una volta ricevuto il magazine, è il lettore stesso che decide il momento in cui leggerlo.

Scegliendo magari il momento più adatto in cui la propria attenzione è maggiore.

O interrompendo la lettura quando si è stanchi per poi riprenderla in tranquillità più tardi.

Infine, seguire una periodicità di stampa fissa significa avere una sorta di incontro (settimanale/mensile, ecc.) con il lettore che potrà prendere la copia (gratuita) presso i punti vendita o le filiali della propria azienda.

Conclusioni

I tempi cambiano e si evolvono.

Anche promuovere la propria azienda è diventato differente rispetto al passato.

Esempio tangibile ma anche utile ne è il magazine aziendale.

Il nuovo strumento per fare marketing!